Come si pulisce il filtro del condizionatore?

Parliamo di casa

Come si pulisce il filtro del condizionatore?

Come si pulisce il filtro del condizionatore?

Con il grande caldo estivo per molti il condizionatore è diventato quasi uno di famiglia: vivere e lavorare senza questa comodità è quasi impensabile al giorno di oggi.
Dato che è un oggetto così prezioso, sarebbe il caso di fare una corretta manutenzione.

Perché pulire il condizionatore?

Pulire il condizionatore è un’azione che andrebbe fatta prima della stagione estiva, o agli inizi. Durante l’inverno, quando non viene utilizzato, all’interno si accumula polvere su polvere, che potrebbe diventare un ottimo ambiente per batteri di ogni tipo. Se il condizionatore non viene pulito, il rischio è quello di respirare questi batteri con seri rischi per la nostra salute. Il compito di questo strumento è quello di rinfrescare l’aria, non di inquinarla con ulteriori microbi.
È importante però fare una corretta pulizia dei filtri anche durante l’estate se si utilizza il condizionatore in maniera intensa. Infatti con caldo e umidità aumenta la prolificazione dei batteri, che si accumulano vicino ai filtri.
Infine, quando sta per concludersi la stagione estiva, sarebbe meglio fare un’ulteriore pulizia finale: per evitare che lo sporco creatosi naturalmente si trasformi in incrostazioni difficili da eliminare in seguito.
Inoltre una corretta manutenzione oltre che preservarci la salute, ci aiuta anche a risparmiare:  pulendo regolarmente il condizionatore funzionerà più a lungo, evitando di dover comprare costosi pezzi di ricambio.

Come si pulisce il filtro del condizionatore?

Prima iniziare la pulizia dovremmo leggere il libretto del nostro condizionatore, per capire se bisogna fare particolarmente attenzione nel maneggiare alcune parti.
In ogni caso la prima importante azione da fare è staccare la spina.

Dopodiché, si deve capire come tirar fuori il filtro che si trova all’interno. Se il nostro condizionatore è su una parete, avremo certamente bisogno di una scala.
Solitamente il filtro si trova dietro la griglia da dove passa l’aria. Osservando attentamente l’oggetto, si troverà sicuramente una parte dove sarà possibile aprire la griglia (a pressione, con bottone, sportello da aprire).

Una volta aperto il condizionatore, dovremo estrarre il filtro. Se è passato molto tempo dall’ultima volta che si è fatta pulizia, consigliamo di utilizzare dei guanti: all’interno potrebbe essersi accumulata molta polvere assieme ad acari e allergeni.
A questo punto dobbiamo osservare attentamente il filtro: come si incastra?
Ci saranno sicuramente dei piccoli binari dove si inserisce e da cui può essere sfilato. Consigliamo di provare a sfilare con molta delicatezza.

A questo punto avremo estratto filtro e potremo passare alla pulizia vera e propria: se lo sporco non è eccessivo, bastano acqua e sapone neutro. Mettiamo tutto in una bacinella, o nel lavandino, e con una spugnetta togliamo la polvere, facendo attenzione a non strofinare eccessivamente.

Una volta pulito il filtro possiamo lasciarlo ad asciugare naturalmente o possiamo munirci di un panno asciutto e darci da fare.
Quando il filtro sarà perfettamente asciutto, potremo reinserirlo all’interno del condizionatore.

Infine, per completare l’opera, dovremmo anche pulire l’esterno del condizionatore: un’operazione che richiede una spugnetta e pochi minuti.

Come abbiamo detto prima, l’operazione sarebbe da ripetere dopo mesi di utilizzo intenso e, sicuramente, a fine stagione.

Questo articolo è stato scritto da Silvia Svanera
Potrebbero interessarti questi articoli