Come pulire il gres porcellanato (in modo efficace)

Parliamo di casa

Come pulire il gres porcellanato (in modo efficace)

Il gres porcellanato è un grande materiale per i nostri pavimenti e rivestimenti. Come abbiamo già visto è dotato di una incredibile resistenza all’usura e agli agenti chimici e di una grande impermeabilità. Grazie proprio alla sua natura, le operazioni di pulizia risultano più facilitate rispetto a quelle su altri tipi di materiali, ma nonostante ciò bisogna comunque svolgerle nel modo corretto e utilizzando i prodotti giusti, in modo da preservare lo stato di bellezza e salute originario del pavimento.

Come pulire il gres porcellanato?

Innanzitutto le operazioni da svolgere differiscono leggermente a seconda del tipo di superficie delle piastrelle in gres, più precisamente a seconda del grado di ruvidità e di porosità del pavimento. In quest’ottica si possono suddividere i tantissimi diversi tipi di gres in tre aree distinte, ovvero quelli con superficie naturale, quelli con superficie levigata ed infine quelli con superficie ruvida.

Partiamo dalla prima tipologia, quella con superficie naturale o prelevigata, che grazie alla quasi totale assenza di porosità per la sua pulizia necessita solamente di normali prodotti detergenti alcalini, ovvero i classici detergenti per pavimenti.

Il gres con superficie levigata, invece, a causa della maggiore porosità assorbe maggiormente le macchie di sporco. Per questo motivo si rende necessario un trattamento impregnante che copra i pori in superficie. La pulizia periodica deve poi essere svolta con detergenti alcalini ed eventualmente un panno in microfibra, sciacquando infine con abbondante acqua per togliere tutti i residui e stando attenti ad asciugare bene per evitare la comparsa di macchie di calcare.

Il gres con superficie ruvida, che gode invece di un bassissimo livello di assorbenza, vede proprio nella natura della sua superficie il maggiore problema per la pulizia: la ruvidità del materiale rende infatti più difficile del normale la rimozione dello sporco. Bisognerà quindi, sempre utilizzando detergenti alcalini, frizionare per bene la superficie con spazzole seguendo il più possibile l’andamento dei rilievi. Per concludere si dovrà sempre sciacquare per bene il pavimento, in modo da eliminare i residui.

In ultima cosa, bisogna fare un appunto sui detergenti neutri che molte volte vengono utilizzati per queste operazioni di pulizia, i quali possono contenere alcool, cere, sostanze profumanti e altri additivi lucidanti che a lungo andare si depositano sui pavimenti, creando patine lucide che a contatto con lo sporco si mischiano dando vita a macchie scure oppure che a contatto con acqua o altre sostanze si sciolgono, facendo emergere la reale opacità del pavimento. In entrambi i casi, si viene a formare un effetto alone molto visibile sia in controluce che, la maggior parte delle volte, anche direttamente. Per ovviare a questo problema si dovrà decerare il gres utilizzando i soliti prodotti specifici, in grado di asportare la macchia e ridare al pavimento il suo naturale splendore.

Questo articolo è stato scritto da Michele Lo Piccolo
Potrebbero interessarti questi articoli