Cambio armadio: 6 consigli per farlo al meglio

Parliamo di casa

Cambio armadio: 6 consigli per farlo al meglio

Viste le temperature di questo periodo, piuttosto elevate rispetto al solito, in molti hanno rimandato il cambio stagione.
Ora però è arrivato il momento di mettere definitivamente via i vestiti di mezza stagione e tirar fuori quelli invernali. Eccovi 6 consigli per fare quest’operazione al meglio.

Cambio armadio: 6 consigli per farlo al meglio

1. Selezionare 

State per mettere via i vestiti e tirarne fuori altri: siete sicuri che indosserete ancora tutto?
Tra i tanti abiti che ingombrano il nostro armadio c’è sempre qualcosa che conserviamo con la segreta speranza di poter finalmente indossare. O qualche vecchio abito a cui siamo affezionati ma che avremo indossato forse una volta negli ultimi 3 anni. Vale la pena tenere abiti del genere? Se abbiamo spazio forse si, altrimenti la risposta è no. Se abbiamo un abito che ci piace indossiamolo, senza aspettare chissà quale occasione speciale, altrimenti che senso ha avuto comprarlo? E il resto, scartiamolo. Abbiamo tre possibilità: buttare via, donare in beneficenza, vendere o scambiare in qualche mercatino.

2. Pulire l’armadio

Quale occasione migliore per dare una pulita all’armadio? Tirate fuori tutto e lasciate respirare l’armadio. Dopodiché prendete un panno umido d’acqua e passatelo lungo le pareti. Se in legno utilizzate i prodotti consigliati per la puliza: per evitare tarme e altri ospiti spiacevoli. E, se la usate, approfittatene per dare un’occhiata alla carta che avete utilizzato per rivestire l’interno dell’armadio: è da cambiare? Si può lasciare? È meglio fissarla con altro nastro adesivo?
Una volta pulito l’armadio potrete riporre i vostri abiti invernali.

3. Lavare i vestiti

La seconda cosa da fare prima di mettere via i vestiti è lavarli. Sopratutto quelli in cotone e i delicati. Non li toccheremo per un bel po’ di tempo, assicuriamoci di riporli in condizioni perfette. Ricordiamoci che alcuni capi sono particolarmente difficili da lavare: per questi sarebbe meglio affidarsi alle lavanderie specializzate.

4. Piegare bene

Quando avremo i nostri abiti lavati, profumati e stirati: pieghiamoli bene. Li stiamo per riporre in scatole e per mesi non li toccheremo: non mettiamoli via tutti stropicciati. Altrimenti questa primavera non potremo certo indossarli subito, ma anzi dovremo passare ore a stirare.

5. Chiudere bene

Possiamo riporre i nostri abiti in scatole, confezioni di tela, sacchetti. Qualsiasi contenitore scegliamo ricordiamoci di chiudere bene il contenitore. Polvere, umidità, muffa s’insinuano ovunque e potrebbero rovinare i nostri bei vestiti. Queste confezioni le troviamo nei diversi negozi dedicati alla casa, al supermercato, al mercato. Scegliamo qui quelli adatti ai nostri abiti, non ricorriamo al fai da te con scatole di cartone: si rovinano facilmente, si crea muffa facilmente e per tappare tutti i buchi dobbiamo passare metri di nastro adesivo.

6.Non troppo lontano

Il tempo è ballerino: non riponete gli abiti in posti troppo lontani, ad esempio in soffitta, a casa dei genitori, nell’angolo più remoto del vostro armadio.
In una delle scatole mettete gli abiti di “mezza stagione”, quelli che in primavera sono sempre tra i primi che rispolverate. A fine inverno infatti potrebbe capitare all’improvviso una settimana particolarmente calda: invece di impazzire a cercare magliette e felpe leggere, avrete già tutto a portata di mano senza dover diventare matti.

interno armadio Ibos
interno armadio Ibos
Questo articolo è stato scritto da Silvia Svanera
Potrebbero interessarti questi articoli